Il Comune conferirà la cittadinanza simbolica ai minori figli di genitori stranieri residenti ad Agrigento

logo Comune di AgrigentoIl Comune di Agrigento concede la cittadinanza simbolica ai minori residenti, nati in Italia da genitori stranieri ed ai minori figli di genitori stranieri residenti nella nostra città da almeno tre anni e conseguentemente rilascerà loro, nel corso di una cerimonia pubblica, un attestato di riconoscimento simbolico, in coerenza con i principi dello ius soli.
L’iniziativa, che ha visto protagonista propositiva la consigliera comunale Galvano ed il fattivo sostegno di varie associazioni che operano nel nostro territorio anche in difesa e per l’integrazione degli immigrati stranieri, ha avuto il riconoscimento formale del Consiglio comunale, che ha voluto così raccogliere idealmente l’appello del Presidente della Repubblica sulla specifica questione dei minori stranieri, al quale peraltro sarà ufficialmente consegnato l’esito del deliberato.
Il medesimo atto del Consiglio comunale prevede inoltre di istituire presso l’Ufficio Anagrafe del Comune un registro dei nati nella nostra città, figli di cittadini stranieri regolarmente residenti in Italia.
Lo stesso deliberato sarà trasmesso al Presidente della Regione siciliana perché, assieme ad altre simili iniziative di altre regioni, proponga al Parlamento nazionale una legge che riconosca una istanza sociale oramai ineludibile.

Altro importante atto del Consiglio comunale, riunitosi in seduta ieri sera 10 settembre, è quello relativo all’accoglimento pieno della mozione contro il femminicidio, presentata dai consiglieri Cicero, Patti, Galvano e Puleri che hanno voluto così impegnare l’Amministrazione comunale tutta a promuovere campagne di informazione e sensibilizzazione contro le violenze e le stragi silenziose delle donne, a sostenere il centro antiviolenza che opera in città e, tra l’altro, a farsi promotrice di una lettera aperta al Presidente della Camera Boldrini affinché, a sua volta, si faccia portavoce presso il Governo ed il Parlamento per la stesura di un disegno di legge che tuteli le donne da ogni forma di violenza ed inasprisca le pene per coloro che si macchiano di tali delitti.

“Due importanti e significativi provvedimenti accolti e fatti propri dal Consiglio comunale – dichiara il sindaco Marco Zambuto – che hanno una finalità sociale ed una valenza simbolica volta a sensibilizzare il Governo ed il Parlamento per una legge nazionale che riconosca finalmente la cittadinanza italiana a tutti gli stranieri nati in Italia.”
“Agrigento – continua Zambuto – si pone all’avanguardia per la risoluzione di un importante fenomeno sociale, nuovo per il nostro Paese, e che già vede, dall’anno 2000 ad oggi, nel nostro Comune la presenza di ben 500 bambini nati e qui residenti, figli di cittadini stranieri, nei confronti dei quali è giusto consolidare e rafforzare il loro percorso di integrazione e radicamento nel nostro territorio e riconoscere loro pari diritti e doveri perché possano partecipare a pieno titolo alla vita culturale e socio-politica della nostra Nazione”.

11 settembre 2013