logo Comune di Agrigento

Nota stampa del sindaco Lillo Firetto e dell’assessore Mimmo Fontana

“L’assemblea dell’ATI ha finalmente preso coscienza del suo ruolo nel governo del sistema idrico integrato. Per questo dobbiamo essere grati al consiglio direttivo, e in particolare al presidente Lotà, che ha profuso ogni sforzo per fare crescere in consapevolezza questo nuovo organismo. Messe da parte le posizioni demagogiche utili solo a conquistare qualche facile applauso, ieri l’assemblea ha approvato all’unanimità la tariffa del 2017 con una riduzione del 2,5% ma, soprattutto, ha approvato un ordine del giorno che contestualmente impegna tutti i comuni a una gestione unitaria delle fonti di approvvigionamento idrico. Si tratta di una vera rivoluzione che può sanare le distanze finora eccessive tra i comuni che hanno sul proprio territorio le fonti e quelli che non ce le hanno. La vera distinzione che ha prodotto grosse differenze in bolletta, infatti, è sempre stata questa e non quella tra consegnatari/non consegnatari. La nostra soddisfazione è dovuta al fatto che ci si sta finalmente incamminando nella direzione giusta, quella che noi avevamo indicato già nell’estate del 2015 subito dopo l’approvazione della legge 19/2015. L’acqua è un bene di tutti. Ciò vuol dire che, dal referendum del 2011, sulla sua gestione non si possono fare profitti ma vuol dire anche che va gestita in modo efficiente e solidale. La sua gestione unitaria, oltre a consentire una maggiore efficienza ed economicità, è l’unica scelta che da un senso al concetto di ambito ottimale. Senza una gestione unitaria delle fonti, l’ATI semplicemente non esiste”.
Lillo Firetto – Sindaco di Agrigento
Mimmo Fontana – Assessore Comunale

15 luglio 2017