Prosegue il progetto distrettuale del Comune di Agrigento denominato: “Abbattimento del disagio delle barriere e dei pregiudizi sull’Alzheimer, aiuto riabilitativo attraverso l’offerta di servizi ed il coinvolgimento delle famiglie”

logo Comune di AgrigentoIl Comune di Agrigento, capofila del Distretto socio-sanitario D1, composto dai Comuni di Aragona, Comitini, Favara, Ioppolo Giancaxio, Porto Empedocle, Raffadali , Realmonte, Santa Elisabetta, Sant’Angelo Muxaro e Siculiana, informa che, in riferimento al progetto denominato “Abbattimento del disagio delle barriere e dei pregiudizi sull’alzheimer, aiuto riabilitativo attraverso l’offerta di servizi ed il coinvolgimento delle famiglie”,  con durata biennale, la ditta Capp, affidataria del servizio, nonostante il ritardo da parte della Regione Siciliana, dell’accreditamento delle somme relative alla seconda annualità dello stesso progetto, ha manifestato disponibilità a continuare l’attività al fine di garantire agli utenti, l’importante e delicato servizio.

L’intervento progettuale prevede l’utilizzo di pratiche specifiche, quali il “caffè Alzheimer”,  dove gli utenti vengono coinvolti, in un’area attrezzata, in attività diurna di accoglienza con terapie riabilitative, ma anche attraverso sedute di danzo-movimento-terapia, musicoterapia, attività di pet therapy, terapia occupazionale e riorientamento, con lo specifico intento dell’allontanamento del momento della perdita di autonomia.

Tali attività possono essere utilizzate inoltre per sostenere il tono dell’umore e favorire forme di socializzazione nelle fasi intermedio-avanzate della patologia. L’attività è di fondamentale sostegno anche per le famiglie degli ammalati che, grazie al progetto, possono acquisire le corrette tecniche di gestione della patologia dei loro cari.

06 luglio 2015