Si faranno gli spettacoli a piano S. Gregorio: la soddisfazione del sindaco Zambuto

logo Comune di AgrigentoIl Consiglio del Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei templi, nella riunione di giovedì scorso, ha autorizzato lo svolgimento degli spettacoli estivi a piano S. Gregorio, accogliendo la proposta del sindaco di Agrigento Marco Zambuto che, a tal fine, il 18 giugno ha inviato la nota, che di seguito si riporta, al Presidente di detto Consiglio Gesualdo Campo ed al direttore del Parco Pietro Meli:

“Sento il dovere ed, insieme, il piacere di esprimere la mia più sincera soddisfazione per la sensibilità dimostrata dai componenti del Consiglio del Parco assumendo la decisione, durante la seduta di ieri, in ordine alla concessione dell’autorizzazione temporanea alla realizzazione di una struttura teatrale nell’area del piano S. Gregorio.
La prontezza e la disponibilità di cui in tale occasione si è dato prova, nell’accogliere la proposta che, per mio tramite, l’intera città di Agrigento ha ritenuto di dover a tal fine formulare, denota un’apertura ed un’attenzione che non può che far ben sperare per lo sviluppo del nostro territorio.
A seguito di questa decisione avremo la possibilità, anche se solo per l’ormai imminente stagione estiva, di proporre agli agrigentini ed ai turisti, come avvenuto negli scorsi anni, una serie di manifestazioni che, per la loro collocazione logistica ai piedi della collina dei templi, non potranno che comportare un inestimabile valore aggiunto alle singole proposte spettacolari, a cominciare dalle rappresentazioni classiche che, dal 30 giugno al 2 luglio, l’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa promuoverà.
Rimane ovviamente l’impegno comune ad individuare ed attrezzare un sito definitivo all’interno del Parco destinato alle manifestazioni culturali e spettacolari, ma intanto l’aver risolto il problema per quest’anno rappresenta sicuramente il segno, che tutti abbiamo inteso lanciare, di una volontà volta a promuovere, nel pieno rispetto di ogni normativa di tutela, le nostre risorse per lo sviluppo.”

19 giugno 2010