La storia e le immagini
Il Municipio
I Musei
Le Biblioteche
La Casa di Pirandello
Il Duomo
Il Monastero di S.  Spirito
Il Centro Storico
San Leone
San Calogero
I Piatti tipici
Il  Palacongressi

 

Descrivere la cucina agrigentina è come cercare di parlare di bellezza quando si parla di Venere. Per comprendere come possa essere gustosa e ricca la cucina agrigentina basta leggere le parole scritte da Pindaro: "Ad Agrigento si costruiscono palazzi e ville come se non si dovesse mai morire e si mangia come se si dovesse morire già l’indomani".  Visitare Agrigento è una delizia continua per tutti i sensi del nostro corpo.

La cucina cittadina è la patria del gusto e della varietà. Per la sua posizione collinare ma a soli 4 chilometri dal mare la cucina agrigentina racchiude le tradizioni marine e prettamente di campagna. Per questo motivo si possono mangiare con lo stesso piacere: pesce spada arrosto e braciole di maiale; pasta con le sarde e pasta con la ricotta, fritto misto di pesce e fritto misto di legumi.

Per parlare solo di pochissimi dei piatti che si possono gustare seduti in una delle economiche trattorie del centro storico o nei deliziosi ristoranti con vista sulla Valle dei Templi o ancora nei locali  sul lungomare di San Leone. “Mai meglio di ogni parola fu la prova”.

 

Torna alla Home Page