Il Tempio dei Dioscuri

Esso risale al IV secolo a.c. Il tempio dei Dioscuri è divenuto il simbolo turistico di Agrigento. Gli agrigentini sono soliti chiamarlo “le tre colonne” anche se ne possiede quattro. Effettivamente una prima ricostruzione iniziata nel secolo scorso aveva portato ad innalzare  tre colonne mentre la quarta venne rialzata più tardi. Sebbene si tratti di un piccolo tempio, è uno dei più immortalati da parte...

Il Tempio di Giove

La sua costruzione, secondo Diodoro Siculo, fu iniziata dopo la battaglia di Imera, intorno al 480 a.C. ma non fu mai portata a termine. Esso sarebbe stato il tempio più grande mai costruito dai greci. Il suo basamento misura 113,45 metri x 56,30 metri.Le colonne erano alte  circa 18 metri e, a circa 11 metri di altezza, erano presenti dei giganti, chiamati Telamoni o Atlanti,...

Il Tempio di Ercole

Il più antico tra i templi agrigentini è il Tempio di Ercole. Risalente presumibilmente al VI secolo a. C. di esso parla Cicerone descrivendolo come molto vicino all’agorà (oggi il piazzale del posto di ristoro). Ercole era molto venerato dagli akragantini tanto che questi erano soliti dedicargli anche delle feste dette “Eraclee”.Al suo interno vi era una statua di bronzo raffigurante Ercole, venerato come eroe...

Il Tempio della Concordia

Lungo la Via Sacra, si erge il tempio della Concordia, il cui nome è un richiamo ad una iscrizione latina che faceva riferimento alla "Concordia degli Agrigentini".Eretto nel V secolo a.C. è oggi quello meglio conservato grazie al fatto che nel VI secolo d.C. venne adattato e trasformato in chiesa cristiana dedicata ai santi Pietro e  Paolo. Il basamento segue perfettamente l'inclinarsi della collina. In...

Il Tempio di Giunone

Posto nella parte più alta dell'antica città greca, il tempio venne costruito, intorno alla metà del V secolo a.C.  Esso è dedicato alla dea Era Lacinia (Giunone) moglie di Zeus.Il tempio è esastilo (sei colonne in larghezza) e periptero (tredici in lunghezza). Presso questo tempio gli antichi Greci solevano celebrare i matrimoni alla conclusione di un particolare rito che vedeva protagonista un'agnella. Infatti, prima che...

San Leone

Il più rinomato e frequentato lido balneare della provincia di Agrigento è senza dubbio quello di San Leone. D’estate è meta di numerosi villeggianti, siano essi italiani che stranieri, che trovano a loro disposizione chilometri di spiagge libere e di sabbia finissima.Una passeggiata rilassante tra le palme altissime del lungomare "Falcone e Borsellino"  è resa ancor più affascinante soprattutto nelle ultime ore di luce quando...

Palacongressi

Il Palacongressi è un luogo  innovativo e tecnologico per celebrare, insieme,  il culto dell'amicizia  e dell'ospitalità. Il Tempio della Concordia, assunto come logo della struttura  congressuale, non potrebbe meglio simboleggiare l'essenza di questo prestigioso  spazio polifunzionale. Il Palacongressi sorge a due passi dalla famosa Valle dei Templi, definita dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità,  e da oltre un decennio  opera come contenitore  culturale ...

San Calogero

Il Patrono di Agrigento è San Gerlando ma i festeggiamenti che sono tributati a San Calogero non hanno eguali probabilmente in nessun altro angolo del mondo. Durante gli otto giorni  (dalla prima alla seconda domenica di luglio) di festa, si intersecano misticismo, antiche tradizioni, leggende e profonda fede cristiana che si uniscono e sprigionano un'energia difficilmente traducibile in semplici parole....

Centro Storico

ll centro storico di Agrigento è formato da tante  viuzze e cortili che somigliano molto a quelli che si possono ammirare nelle città del nord Africa. Lungo il percorso si possono visitare le numerose e caratteristiche edicole sacre e decine di chiese. Quest’ultime, frutto di stili di costruzione a volte totalmente diversi, contengono all’interno dei veri e propri tesori di...

Monastero di Santo Spirito

Il monastero di Santo Spirito, con la sua grandiosa mole, domina la parte orientale della città. Esso è senza dubbio il più noto fra tutti i monumenti medievali rimasti ad Agrigento. L'ingresso del monastero, denominato dagli agrigentini "Bataranni" proprio per le grandi dimensioni e per la grande fama che ebbe, è posto a destra della chiesa di Santo Spirito. Attraverso...