logo Comune di Agrigento

Sindaco Firetto interviene alla marcia contro la mafia per la legalità

“Se si insegnasse la bellezza…” per non abituarsi alla rassegnazione, all’omertà, al “munnu è e munnu ha statu”, come a una condanna all’immobilismo e all’indifferenza. Invece tutte le nostre azioni siano rivolte ad educare alla bellezza: perché curiosità, stupore, meraviglia, che sono propri di ogni bambino che apre gli occhi al mondo, rimangano doni intatti, privi di ogni contaminazione. La consapevolezza della bellezza è il passo necessario per vincere la tendenza dei rassegnati ad accettare ogni stortura e perfino i mali più grandi come condizioni della nostra nostra realtà. Credo che giornate come questa, condivise con studenti di ogni età, siano necessarie per incontrare la bellezza dei buoni propositi cui deve far seguito l’azione determinata e irrinunciabile di quanti hanno a cuore un futuro di bellezza per la nostra Sicilia e per la nostra città, in particolare.
Così il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto intervenendo questa mattina alla Marcia contro la mafia e per la legalità organizzata dall’Amministrazione comunale in occasione della ricorrenza della strage di Capaci.

23 maggio 2019